CNB Caricatore

cnb-x-web
  • Materiali processabili: ritagli di tessuti e non tessuti di fibre naturali e sintetiche
  • Produzione oraria: 700 - 1200 - 1800 kg/h
  • Larghezze di lavoro: 1000 - 1450 - 1850 mm
  • Potenza installata: 6.09 kW
  • Dimensioni di ingombro: CNB/1000x**: 1900+**x1000 (L) x 1500 (W) x 3200 (H) mm; CNB/1450x**: 1900+**x1000 (L) x 1950 (W) x 3200 (H) mm; CNB/1850x**: 1900+**x1000 (L) x 2350 (W) x 3200 (H) mm
  • Installate nel mondo: 25 unità
Descrizione Macchina

Il Caricatore CNB viene utilizzato per lo stoccaggio e l’alimentazione volumetrica di uno strato di fibre alla macchina successiva tramite dispositivo a parete battente.
La macchina ha le seguenti caratteristiche:

  • Il tappeto orizzontale può essere realizzato in PVC oppure in stecche di lamiera zincata e fornito con lunghezze: 2000 – 4000 – 6000 – 8000 mm
  • Il tappeto inclinato in PVC con punte in acciaio temperato fissate su stecche di legno interne è facilmente smontabile e sostituibile. La tensione dei tappeti è regolabile con appositi registri
  • L’avanzamento del tappeto con punte e del tappeto orizzontale è comandato da motoriduttore controllato da inverter di frequenza
  • Due cilindri a pale rotanti assicurano il costante volume di carico ed un perfetto scarico del materiale nella parete battente. Il livello della fibra nella parete battente viene controllato da una fotocellula
  • Il cilindro spogliatore è comandato da inverter di frequenza
  • La costruzione della macchina è modulare e quindi facilmente scomponibile per la spedizione con notevoli risparmi di spazio occupato e facilità di riassemblaggio
  • La macchina può essere dotata di dispositivo per l’eliminazione di ferri con speciali magneti permanenti e scivolo in acciaio inox
  • La macchina è dotata di dispositivo per lo spruzzamento dell’ensimaggio proveniente dall’apparecchio oliatore
  • Lo spessore e la densità del materasso di fibre scaricato dalla parete battente possono essere scelti variando la distanza tra le due pareti oppure l’ampiezza dell’oscillazione della parete battente